sabato, gennaio 17, 2009

Vergognoso linciaggio del corpo e della volontà di Eluana

Dichiarazione di Maria Antonietta Farina Coscioni, deputata radicale e co-presidente dell'Associazione Luca Coscioni:

Il ricatto del ministro del Welfare Sacconi ha raggiunto dunque il suo scopo. Con una interferenza arrogante e prepotente che non ha riscontro, il ministro – e con lui il Governo – hanno odiosamente intimidito la clinica che era disposta a rendere esecutiva la sentenza della Corte di Cassazione e della Corte d'Appello di Milano. E' un oltraggio e una ferita gravissima che viene inferta con cinismo e senza misericordia: quella misericordia che – ricordo – ebbe Papa Giovanni Paolo II, quando chiese – e venne esaudito – di essere libero di poter "andare alla casa del padre. Non posso che manifestare una profonda amarezza e indignazione per quello che sta accadendo: un vero e proprio oltraggio al diritto, alla legge, alle leggi dell'umanità. Esprimo piena, incondizionata, totale solidarietà alla famiglia di Eluana Englaro, sottoposta a un incredibile e vergognoso linciaggio. Sono stata vicino a papà Beppino nella sua coraggiosa battaglia, continuerò a sostenerlo e mi batterò con i miei compagni radicali per una buona legge sul testamento biologico e di fine vita. Tornerò da Eluana, come ho fatto un anno fa. Siamo con loro, per affermare il diritto a una vita degna di questo nome ed assicurare una morte senza dolore quando la vita non è più vita.


Eluana, Viale: clinica di Udine costretta a cedere alle minacce di ritorsione del governo Berlusconi. Domenica fiaccolata a Lecco a 17 anni dall’incidente
Silvio Viale ribadisce la propria disponibilità ad aiutare Eluana nelle forme che il Tutore ed il Curatore riterranno più opportune.


Torino, 16 gennaio 2009
Dichiarazione di Silvio Viale, medico, dirigente radicale e di EXIT-Italia


E’ chiaro che l’obiettivo del Governo di Berlusconi è quello di impedire l’attuazione di una sentenza della magistratura con qualunque mezzo, anche se l’ipocrisia mantiene il Presidente del Consiglio apparentemente lontano dalla questione. La Clinica di Udine ha dovuto cedere alle minacce di ritorsione inviate attraverso una circolare illegittima. Domenica saranno trascorsi 17 anni dall’incidente e una fiaccolata manifesterà solidarietà a Eluana ed alla sua famiglia. Eluana, purtroppo, non c’è più da allora. La miopia dei vitalisti estremi, di quelli che nel non rispetto della vita degli altri vedono la realizzazione della propria, è tale che non si accorgono nemmeno che la vicenda di Eluana è destinata a smuovere sempre di più le coscienze. Più manterranno Eluana prigioniera del proprio sarcofago, senza più alcuna consapevolezza vitale, ingozzata come le oche, e più forte crescerà la battaglia per l’autodeterminazione e la vera eutanasia volontaria. Io, come tantissimi medici di coscienza, sono pronto ad aiutare Eluana nelle forme che il Tutore ed il Curatore riterranno più opportune, ma devo dire anche grazie a chi sta sempre più trasformando Eluana, suo malgrado, nel più efficace simbolo permanente di una battaglia di libertà contro il governo dell’antilibertà. Il sentimento popolare è con Eluana e non tarderà a farlo capire anche agli imbalsamatori del governo di Berlusconi.

Silvio Viale

2 Commenti:

Blogger Faber Leonìda ha detto...

Ho trovato per caso questo blog cercando alcune foto sulla guerra di Gaza. Ho letto l'articolo di SOfri e devo fare i complimenti a chi cura questo spazio. Davvero molto sofisticato per gusti estetici e concettuali.
Ti invito a visitare il mio blog, ti do il link:

www.tornarealfuturo.blogspot.com

A presto!

2:56 AM  
Anonymous Anonimo ha detto...

Grazie. Contraccambio,anche per la tua giovane età (sei coetaneo dei miei figli).
Mario

"entro" come anonimo perchè non ricordo più la pw

ciao

11:57 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page