domenica, novembre 19, 2006

Succede in Italia? No!

Eutanasia: GB, processo a medici che insistono con cure
Tempi duri in Gran Bretagna per i medici anti-eutanasia: è in arrivo una serie di norme e direttive che ne prevede l'incriminazione se non staccano la spina e insistono nella somministrazione di terapie quando invece il paziente ha espresso chiaramente in passato il suo desiderio di non essere curato ad oltranza. Lord Falconer, il ministro della Giustizia, ha già avvertito che il medico non disposto ad obbedire al nuovo regolamento (articolato nel 'Mental Capacity Act') rischierà la prigione o grosse multe. La pena massima sarà di cinque anni di carcere, in quanto il reato è stato equiparato all'aggressione. In base al 'Mental Capacity Act', che dovrebbe entrare in vigore nel corso della primavera 2007 e ha l'appoggio del ministro della Sanità Patricia Hewitt, familiari e amici di una persona colpita da un male incurabile e non più in grado di intendere e volere a pieno titolo potranno far causa ai medici in caso di accanimento terapeutico. Il 'Mental Capacity Act' dovrebbe dare piena cittadinanza giuridica ai 'living wills' e cioé ai testamenti di persone che in passato hanno espresso in modo esplicito il desiderio di non essere curate se colpite da una grave e irrimediabile invalidità che ne danneggia l'attività cerebrale. Parlando con il tabloid 'Daily Mail', che in termini molto scandalizzati ha dato oggi grande risalto alla notizia, il filosofo tradizionalista David Conway afferma che la nuova legge va contro al giuramento di Ippocrate e "aprirà un terribile barattolo di vermi" http://www.tio.ch/common_includes/pagine_comuni/articolo_interna.asp?idarticolo=297175&idtipo=2

3 Commenti:

Anonymous Anonimo ha detto...

Pannella: Se Piero Welby decidesse sarò prontoinvia a un amico
stampa
di Michele Lembo
pubblicato il 02 Ottobre 2006

1:02 PM  
Blogger mario ha detto...

Tu pronto lo sei sempre stato. Siamo noi a non esserlo:((

http://www.bielle.org/Audio/Un_uomo_in_crisi.mp3

4:06 PM  
Anonymous Anonimo ha detto...

Sciopero fame per risposta a Welby e per nomina CnB


caro welby sul cnb staremo addosso a prodi in tutti i modi.purtroppo per quanto riguarda la sua drammatica situazione di cui lei ha deciso di farne nobile testimonianza di battaglia civile abbiamo solo la possibilità di cercare di dare più forza alla battaglia per l'eutanasia cordiali saluti lanfranco turci

8:04 PM  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page